Manifesto

600full-joe-strummer

Prima di cominciare, una doverosa premessa: non siamo musicisti, non sappiamo suonare strumenti musicali, non sappiamo leggere la musica.

Nessuno di noi tre vive di musica, ma tutti e tre viviamo PER la musica. Siamo figli della working class emiliana: nelle nostre famiglie, forse, non c’era troppo tempo per occuparsi della formazione culturale dei figli; le preoccupazioni quotidiane erano decisamente più terrene. Perciò, nessuno di noi è cresciuto in mezzo alla letteratura, alla poesia, al cinema, al teatro, all’arte in genere. E nemmeno in mezzo alla musica, ovvio. Nessuno di noi tre, tuttavia, si sogna di biasimare i nostri genitori per questo. Dovevano (dovevano) curarsi d’altro.

In un certo senso, il Rock è stato il nostro Romanzo di Formazione. Non c’è vergogna nell’ammetterlo. Anzi, c’è vanto, ed anche un certo orgoglio.

La nostra infinita, incontenibile passione per la musica ci ha senza alcun dubbio reso persone migliori. Ha elevato il nostro spirito, ci ha aperto le porte verso le altre forme d’Arte.
Oggi, senza questa meravigliosa, incurabile malattia la nostra vita sarebbe molto più povera. Da venticinque anni e più ci confrontiamo di continuo sui nostri gusti musicali, ci scambiamo consigli, ascolti, opinioni, ora come allora sempre con la stessa passione di imberbi adolescenti. Solo qualche ascolto in più e qualche capello in meno. Qualche.

Abbiamo visto, spesso insieme, decine se non centinaia di concerti, ed ancora oggi l’eccitazione che precede ogni appuntamento è rimasta quella di allora. La musica ci fa sentire vivi, parecchio vivi. Alla fine, ci siamo decisi: perché non condividere le nostre passioni/opinioni con chiunque viva la Musica come la viviamo noi? Perché sappiamo che là fuori siete in tanti, e che siete appassionati quanto noi. Ed allora eccoci qua, a dare libero sfogo ai nostri sentimenti, alle nostre emozioni.
Perché, alla fine, è sempre e solo una questione di CUORE.

Questo blog potrebbe avere tante Guide Spirituali, perché tanti sono stati gli artisti che ci hanno fatto tremare dall’emozione, che ci hanno fatto ridere, piangere, esaltare, cantare a squarciagola. Che ci hanno fatto muovere il culo per ballare (noi, culi di pietra istintivamente sensibili solo ai 4/4 del r’n’r). Che ci hanno fatto pensare, che ci hanno aiutato ad allargare i nostri orizzonti. Che, soprattutto, ci hanno fatto conoscere l’Uomo, nel bene e nel male.

Uno solo però ci ha dato tutte queste cose insieme: Joe lo Strimpellatore. Ebbene sì, grazie a te Joe Strummer. Grazie per averci donato così tanto, con la forza delle tue canzoni e con la forza delle tue azioni. Noi crediamo in te. Crediamo anche che un po’ del tuo Spirito, un po’ della tua Grande Anima siano dentro ciascuno di noi, e vorremmo tanto che avvolgessero le pagine di questo spazio virtuale. Cercheremo indegnamente di fare del nostro meglio perché ciò avvenga.

Il Futuro Non È Scritto. The Talking Eggs.

“Some people say that it is just rock and roll/oh, but it gets you right down to your soul” Da “Push The Sky Away”, Nick Cave and The Bad Seeds

Ricarica la pagina per vedere questo contenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.